Sarah Scazzi: l’ultimo interrogatorio di Michele Misseri

sara scazzi-sabrina- misseriNuovo interrogatorio nel carcere di Taranto, per Michele Misseri, ultima deposizione, prima del processo.

Nell’ultima confessione del 5 novembre, l’uomo aveva scaricato tutte le colpe dell’ omicidio di Sarah a sua figlia Sabrina, autoaccusandosi solo di aver accultato il cadavere ed anche di aver violentato il corpo senza vita, prima di calarlo nel pozzo, in contrada Mosca.

Sarebbe stato interrogato, dal procuratore aggiunto Pietro Argentino e dal sostituto Mariano Buccoliero e controesamitato dal suo legale Daniele Galloppa, e dai legali della figlia Sabrina e dagli avvocati di Sarah Scazzi sarebbe stato disposto dal gip Martino Rosati.

All’udienza partecipa anche  Sabrina, ma solo come presenza, non potendo partecipare in nessun modo all’interrogatorio.
Dalle prime notizie trapelate, il Misseri avrebbe accusato la figlia Sabrina, confermando la confessione del 5 novembre.

Mentre nel pomerigio era  in atto l’incidente probatorio di Michele Misseri, nel comaando provinciale della Polizia di Taranto si sarebbero tenute altre interrogatori su altre persone informate sui fatti.

Un colpo di scena sarebbe arrivato dall’ interrogatorio, sempre da notizie trapelate, il Misseri avrebbe negato di aver violentato il corpo della piccola Sarah. Smentendo quello che avrebbe affermato nella sua ultima confessione.

L’uomo non avrebbe parlato di eventuale partecipazione da parte della  moglie, nella vicenda. Si attendono altre notizie e la fine dell’udienza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *