Sarah Scazzi, uccisa con una cintura!

Sarah Scazzi uccisa con una cinturaTaranto, Dalla conferma dei medici legali, Sarah sarebbe stata uccisa con una cintura stretta attorno al collo del diametro di 2 centimetri e mezzo. L’autopsia ha individuato il solco lasciato sul collo della piccola ragazza.

Mancherebbero ancora i risultati del graffio rilevato sul braccio di Michele Misseri, che il professore Strada avrebbe esaminato il 7 ottobre scorso.

Non è stato possibile invece stabilire se vi sarebbe stata la violenza sul corpo di Sarah da parte dello Zio, che lo avrebbe riconfermato sull’ultima confessione. Il corpo dopo 42 giorni in acqua è stato reso intrattabile per le analisi di rilevamento.
Continuano le indagini del R.I.S. sulle cinture sequestrate in casa Misseri e nell’ auto della moglie, da cui si attendono le analisi sulla presunta arma del delitto.

Aggiornata ad oggi l’udienza iniziata stamattina, davanti al tribunale di Taranto, per la scarcerazione richiesta dai legali di Sabrina, accusata dell’omidicio della ragazza.

La pubblica accusa ha presentato un fascicolo, con foto e documenti dove vi erano tutti i  risultati della perizia datta sul corpo di Sarah dal professor Strada, documenti che potranno essere consultati anche dai legali di Sabrina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *