Sarah Scazzi, Valentina Misseri: mentre uccideva Sarah, Sabrina inviava sms?

sarah scazziAvetrana, parla Valentina Misseri, la sorella di Sabrina, indagata  per aver ucciso la cugina Sarah, dopo le confessioni del padre Michele.

Valentina avrebbe detto che la sorella nel momento dell’omicidio di Sarah, avrebbe inviato sms, perciò la testimonianza del padre, sarebbe tutta falsa. La ragazza accuserebbe il padre di dire falsità e di essere stato influenzato da qualcuno a far cadere la colpa sula figlia.

Domani doveva esserci l’udienza di Sabrina, per deciderne tramite ricorso dei legali la scarcerazione, ma lei non dovrebbe essere presente, notizia trapelata da fonti vicino alla difesa.

Intanto il gip del tribunale di Taranto a confermato a venerdì 19 novembre la data dell’ incidente probatorio con interrogatorio a Michele Misseri.

E’ stata negata la richiesta presentata dal legale dell’ uomo Daniele Galloppa, per una perizia psichiatrica. Non concessa perchè il giudice avrebbe sottolineato che prima dell’ arresto l’uomo non avrebbe fatto uso di psicofarmaci e solo in questi giorni somministrati dei calmanti, l’uomo non ha dato segni di incapacità di intendere e di volere, perciò non si avrebbero le giuste cause per una concessione di perizia psichiatrica.

Per il fine settimana dovrebbe esser pronta la perizia medica sul corpo di Sarah, rimasta 42 giorni in una cisterna, e nei prossimi giorni ci dovrebbero essere anche i risultati dei R.I.S. sulle cinture.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *