Save de children e facebook impegnati nella difesa dei minori

Save de children e facebook si schierano dalla parte dei minori, visto che il mondo e’ pieno di genitori degeneri che danno pieno uso di internet hai ragazzini senza pensare alle conseguenze.

Facebook ha pensato ad un “pulsante” d’emergenza, anche se per ora e’ disponibile solo per gli utenti britannici, questo pulsante, chiamato Panic Button, una volta premuto fara’ partire una sorta d’allarme multimediale e inizieranno immediatamente le segnalazioni alle forze dell’ordine.

Ovviamente questo non basta per tutelare i minori on line, ma un passo avanti verso un possibile miglioramento, in termini di sicurezza, e’ stato compiuto.

Per ora facebook ha dichiarato che con tutta probabilita’, nei prossimi anni, dovrebbero estendere il panic button anche nel resto dei paesi, ma la data non e’ ancora fissata.

Se Facebook ha lavorato per una sensibilizzazione in ambito sociale, Save de children non ha certo dormito,infatti ha recentemente immesso nella rete, piu’ precisamente in Facebook, un video che racconta una verita’ assoluta,nella rete non ci sono sicurezze,il tuo amico in rete potrebbe essere un serial killer, un pedofilo, un malintenzionato qualunque.

Il video racconta una storia tanto squallida che potrebbe essere vera,un cocktail di pedofilia,raggiro,violenza e tratta di minori,ma purtroppo il video racconta la verita’,nel mondo ogni anno migliaia di bambini subiscono abusi sessuali,violenze,maltrattamenti,vengono rapiti ed usati come schiavi di industrie pedopornografiche.

Facebbok e Save de children hanno fatto e continueranno a fare tanto,ma il compito piu’ grande spetta a noi,aiutiamo i bambini,non facciamoli cadere in mano a questi animali.

Il video lo trovate qui: www.facebook.com/video

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *