Scontri Italia-Serbia: condannati Ivan Bogdanov e altri 3 serbi

E’ arrivata questa mattina la condanna per i 4 ultrà serbi che con le loro maniere avevano fatto sospendere una gara valevole per le qualificazioni agli europei di calcio tra Italia e Serbia, che andò di scena qualche mese fa allo stadio Marassi di Genova.

In quel occasione gli ultras serbi, capitanati dal poi divenuto famoso “Ivan Il Terribile” provarono in tutti i modi a non far giocare quella gara lanciando in campo petardi e fumogeni e tentando anche di abbattere le recinzioni con oggetti contundenti. Alla fine riuscirono nell’intento perchè la gara fu sospesa al 27′ del primo tempo per poi terminare con un 3 a 0 a tavolino per la squadra ospite.

In quell’occasione furono arrestati Ivan Bogdanov , che fu il principale protagonista della serata e fu acciuffato mentre era nascosto nel vano bagagli di un pullmann, Srdan Iovetic, 20 anni, montenegrino, Daniel Ianic, 28 anni, slavo e Nikola Klickovis, 31 anni, serbo.

Tutti sono stati processati questa mattina con il rito abbreviato: Ad Ivan sono stati inflittegli 3 anni e 3 mesi di carcere, mentre per gli altri le condanne vanno dai 3 anni ai 2 anni e 6 mesi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *