Scoperto autoritratto del Caravaggio

Quella simpatica faccia da “malandrino” che sicuramente i piu’ vecchi ricordano impressa nella banconota da centomila e’ stata rinvenuta dopo anni di studi sulla tela raffigurante il Bacco ( 1596-1597) custodita nella Galleria degli Uffizi di Firenze.

Il celebre pittore avrebbe infatti ritratto la sua figura riflessa, all’interno della coppa sulla destra di Bacco. L’equipe di studiosi e ricercatori, hanno usato strumenti e tecnologie avanzate durante la ricerca e il rilevamento della scoperta.

La presenza di un’autoritratto all’interno della tela era stata gia’ ipotizzata da svariati anni. Nel 1922 Matteo Marangoni impegnato nel pulire il dipinto affermo’ di aver individuato, proprio all’interno della medesima brocca, una “testolina” riconducibile per fisionomia proprio al Caravaggio.

La ricercatrice Roberta Lapucci oggi, in seguito all’art test, ha potuto affermare con certezza la presenza di un’immagine del pittore, di fronte ad un cavalletto. Il Caravaggio si srebbe ritratto con un pennello in mano, intento nel dipingere la tela. Il rilevamento e’ stato possible, anche grazie all’uso della tecnica della riflettografia multispettrale.

il pittore ci regala cosi’, a quasi 400 anni dalla sua morte, una sorpresa, ma anche una dimostrazione di tecnica sopraffina che arricchisce ancora piu’, il suo straordinario contributo dato all’arte e alla pittura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *