Scudo fiscale: una presa in giro per i dipendenti?

scudo-fiscaleLo scudo fiscale varato dal nostro governo, con l’intenzione di fare cassa, è diventato un condono per chi non ha mai pagato le tasse, o per chi aveva capitali sporchi all’estero.

Con solo il 5% di “penale “si può far rientrare i propri capitali, sia che siano frutto di operazioni illecite sia lecite, e per giunta è stato introdotto all’ultimo momento, un comma che prevede l’impunità per i capitali, procurati con fatture false, distruzione di documenti etc, cioè si abilita il falso in bilancio.

Dopo tutto ciò, come si può sentire un lavoratore dipendente? Chiunque, sia chi poco o tanto,  ha una ritenuta tutti i mesi dal proprio stipendio dalla quale non si scappa, e a volte si sà quando si vedono le trattenute in busta ci si stupisce!

Allora ci si domanda se noi Italiani siamo diventati così inermi da subire tutto questo, o se questo ci abiliterà alla furbizia, all’anarchia fiscale, all’evasione a tutti i costi.

Come si può sentire un cittadino che non ha pagato la tassa sui rifiuti e gli arriva l’avviso di pagamento entro pochissimi giorni con le dovute more, con alla fine quel simpatico: ” procederemo per vie legali”  e se non paga sà che ci sarà un pignoramento, magari di un quinto del suo stipendio, come si può sentire davanti alla consapevolezza che chi fà il furbo la fà sempre franca?

Perchè negli altri paesi dove è stato attuato lo scudo fiscale, le aliquote sono molto più alte, e non c’è l’impunità sul falso in bilancio?

In Italia c’è un altissima evasione fiscale, perchè non ci sono i controlli sempre, in modo da non dover arrivare a questo maxicondono, e perchè il sistema fiscale visto l’enorme debito pubblico è strutturato in modo da strozzare le imprese.

Gli Italiani dovrebbero accorgersi di cosa stà succedendo, perchè il popolo è sempre sovrano e il popolo può cambiare il paese.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *