Scuole superiori: spese “folli” per i libri

Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte. E quest’anno il malcontento dell’inizio della scuola non colpirà solo gli studenti, ma anche (e soprattutto) i loro genitori.

Soprattutto per le scuole superiori, le spese da affrontare per l’acquisto dei libri di testo saranno davvero significative: si parla addirittura di circa 400 euro per coloro che dovranno iscriversi in prima superiore, a causa dei nuovi programmi (quindi dei nuovi libri) previsti dalla riforma Gelmini.

Cosa ancor più grave, moltissime scuole sforano i tetti di spesa imposti dal Ministero, a volte  anche di decine di euro.

In base a quanto detto dalle associazioni dei consumatori, il problema degli sforamenti è da ricercarsi nel fatto che i tetti di spesa previsti dal Ministero non sono stati adeguati alle nuove riforme. Per questo motivo, le stesse associazioni invitano le famiglie a denunciare tali abusi.

Ma come fare? Purtroppo non ci sono termini di paragone con gli  anni passati ed è davvero difficile capirci qualcosa tra tutti i nuovi programmi e i nuovi libri.

A proposito dei nuovi libri: secondo il Ministero, i cosiddetti Lm (libri in parte cartacei e in parte scaricabili da internet) avrebbero dovuto abbattere i costi. Ma così non è stato.

A quanto pare, dunque, anche quest’anno non resta che rassegnarsi a pagare, aspettando tempi migliori.

Nel frattempo, le varie associazioni di consumatori continueranno il loro lavoro di monitoraggio.

Sperando che almeno loro siano in grado di capirci qualcosa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *