Serie A, la terza giornata di campionato 2010/2011

Il Campionato di Serie A 2010/2011 e’ solo alla terza giornata, ma non mancano i motivi di interesse. Occorre vedere, ad esempio, se “la rivoluzione delle piccole” continuera’, oppure sia giunto il momento di ristabilire le solite gerarchie.

Nelle prime due giornate, infatti, le cosiddette “grandi” hanno stentato contro avversari sulla carta inferiori.

La considerazione piu’ importante da fare nel vedere squadre, come Chievo, Cesena, Bari, Bologna, impartire lezioni di calcio alle squadre piu’ blasonate e’ che, forse, e’ inutile andare in giro per il mondo a prendere gente esotica, quando basterebbe guardare alle serie inferiori del nostro calcio, dove cisono autentici gioiellini che non hanno nulla di invidiare ai talenti provenienti dall’estero.

La terza giornata presenta una partita importante, Palermo-Inter, per capire lo stato di salute dei dominatori della scorsa stagione, ancora traumatizzati dal cambio di allenatore.

Altra partita “clou” e’ l’anticipo Fiorentina-Lazio, sia per il passato di Mihailovic, allenatore della Fiorentina, sia per la necessita’ dei padroni di casa di centrare la prima vittoria, ma dovranno fare i conti con una buona Lazio, vogliosa di cancellare l’anonimo campionato della stagione scorsa.

L’attuale capolista Chievo affrontera’ il solido Brescia per tentare di continuare l’attuale magico momento. Il Milan dovrebbe vincere contro il Catania, ma il condizionale e d’obbligo, mentre la Juventus con la difesa colabrodo di questo inizio di stagione dovra’ sudare per fare risultato a Udine.

La Roma dovrebbe dare qualche segnale di vita contro il Bologna e interesse c’e’ per la partita tra due grandi sorprese positive di questo inizio stagione: Bari e Cagliari, chiude la giornata il posticipo deomenicale Sampdoria-Napoli importante per capire che tipo di torneo possano fare due squadre considerate possibili outsider.

Completano il programma Parma-Genoa e Cesena Lecce.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *