Si finge mafioso per estorcere posto di lavoro

Curioso stratagemma quello utilizzato da un giovane di 25 anni in provincia di pescara per trovare lavoro.

Infatti, approfittando delle sue origini calabrese, si è finto membro della ndragheta, la famosa organizzazione criminale calabrese, per estorcere un posto di lavoro ad un imprenditore pescarese.

Peccato però che è stato scoperto e la squadra mobile lo ha denunciato per tentata estorsione.

Eppure il ragazzo aveva preparato tutto nei minimi dettagli. Venuto a conoscenza del furto dell’auto e del computer che l’imprenditore aveva di recente subito, il giovane lo ha contattato al telefono per fissare un incontro e trattare di un’offerta riservata.

Fissato l’appuntamento, il ragazzo si è presentato dall’imprenditore e essendo a conoscenza del  furto , ha fatto capire all’imprenditore che erano avvertimenti da parte di qualcuno che voleva farlo fuori, e per questo gli serviva protezione, che avrebbe potuto promettergliela lui, figlio di un boss calabrese, in cambio di un posto di lavoro.

L’imprenditore impaurito ha raccontato tutto alla polizia che lo hanno scovato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *