Si gioca a tutto!!

Nel primo trimestre 2012 la raccolta dei giochi pubblici in Italia è stata di 23,1 miliardi di euro (quindi il 29% in più sui quasi 18 miliardi dello stesso periodo 2011), per una spesa effettiva dei giocatori di 4,9 miliardi. Nel primo trimestre in vincite sono tornati ai giocatori ben 18,4 miliardi di euro. Solo a marzo sono stati spesi per giocare 1,6 miliardi di euro con una crescita del 14,2% rispetto a febbraio 2012 quando furono spesi per giocare 1,4 miliardi di euro. Sempre a marzo le vincite complessive sono state pari a 6,1 miliardi di euro (+9% su febbraio 2012) mentre la raccolta si è attestata a 7,7 miliardi di euro, in crescita del 8,4% rispetto ai 7,1 miliardi di euro raccolti a febbraio del 2012. Il comparto giochi nei primi tre mesi dell’anno ha portato nelle casse dello Stato circa 2,2 miliardi di euro, pari al 9,5% della raccolta complessiva (23,1 miliardi di euro). Il contribuente maggiore si confermano le newslot, con un gettito di quasi 900 milioni. A seguire il Lotto (circa 400 milioni), le lotterie e i Gratta e Vinci (330 milioni), i giochi numerici (SuperEnalotto e WinForLife (240 milioni) e le videolottery (220 milioni). Bingo e scommesse sportive hanno contribuito ciascuno con 40-50 milioni. Poker cash e casinò games, nonostante la raccolta di quasi 3,5 miliardi, hanno versato un gettito di una 30ina di milioni. Skill games e gioco ippico hanno versato oltre 10-15 milioni. La Lombardia si posiziona in testa alla classifica delle regioni che giocano di più. Secondo i dati diffusi di Monopoli di Stato ed elaborati da Agicos, a marzo in Lombardia la raccolta del settore dei giochi si è attestata su 1,46 miliardi di euro, circa il 19% del totale. In Lazio invece sono stati raccolti 906 milioni di euro, mentre la Campania ha chiuso il mese di marzo con 756 milioni di raccolta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *