Sicilia e Pdl contro i Litfiba

La reunion dei Litfiba è stato sicuramente uno degli eventi più eclatanti del panorama musicale italiano negli ultimi tempi e il loro album “Stato libero”, composto da vecchi successi e due inediti, ha dato il via ad un tour estivo che ha attraversato l’Italia e avuto un grosso successo.

Tuttavia una delle ultime date, il 13 agosto a Campofelice di Roccella, in provincia di Palermo, sta generando non poche polemiche. Eusebio Dalì, assessore alla Cultura e alle politiche giovanili della Provincia di Palermo, ed esponente del Pdl-Sicilia, si è scagliato contro il duo toscano reo di aver inveito contro Dell’Utri e Berlusconi e alluso a collusioni con la mafia durante la data in questione.

“I Litfiba hanno offeso l’intelligenza dei giovani siciliani, almeno di quelli, e sono proprio tanti, che sanno ascoltare buona musica senza farsi fuorviare da squallidi messaggi populisti e demagogici. Parafrasando una loro canzone, li invito a non alimentare quell’ignoranza che uccide più della fame”, sono state le sue parole.

L’assessore inoltre chiede che tutti i sindaci dell’isola non diano più ospitalità ai Litfiba e a tutti quelli che, invece di fare musica, usano uno strumento così potente per pontificare e fare lotta politica.

Gli spezzoni incriminati sono già finiti in rete, anche perché questi attacchi contro il Pdl sono arrivati in più concerti. Qui sotto un estratto delle parole di Piero Pelù.

In questa pagina potrete leggere le dichiarazioni di Piero Pelù.

One Response

  1. Dj anto 17 agosto 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *