Sora Cesira e la nuova parodia musicale. Video

Sora Cesira ormai è una star della rete: i suoi video che descrivono le vicendepolitiche degli ultimi mesi a suon di musica e testi scritti in lingue maccheroniche sono storia.

Il grande successo arriva con Arcore’s Night, video parodia di Grease in cui si racconta delle notti bollenti di Silvio Berlusconi ad Arcore e del Rubygate.

La lingua usata potrebbe essere definita Itenglish, un mix cioè di inglese italianizzato che raggiunge risultati di ironia tagliente. Qualche esempio? “In this day you eat se la day”; “but I’m a gnocc and come from Marocc”; “save the ass and scapp from process”; “tira more a potato’s hair than buoi carrett in Arcore’s night” fino al ritornello all’insegna di Lelemore Lelemore difficile da far uscire di mente una volta ascoltato. All’uscita del video su youtube si sono registrate centinaia di migliaia di visite e la parodia ha fatto il giro del web, finendo su La Repubblica.

Arcore’s Night. Video.

E la Sora Cesira ora prova a bissare il successo con Mannaggiamè, parodia della canzone e del video della canzone Aserejé delle tre sorelle spagnole Las Ketchup, raccontando il “dramma” delle ragazze dell’Olgettina, pentite per aver partecipato ai party di Arcore. Stavolta la lingua usata è un miscuglio di italiano e spagnolo: “Mannaggiamè ha he , sognavo de sbarcar a Montecitorio”; “me siento un po’ sfruttada porque so bona”.

Nel suo blog, Sora Cesira presenta la canzone con queste parole “Oggi, noi donne, che da tempo aspiravamo ad una condizione agiata e privilegiata, siamo costrette, attraverso questo dramma, a rivedere i nostri obiettivi e a rivalutare completamente i nostri dogmi.

Il declino dell’Olgettina e la conseguente caduta dei privilegi ottenuti con il sacrificio, ci mette di fronte ad una realtà amara ed inevitabile.

Questa modestissima opera visiva chiede solo di poter celebrare il tramonto delle nostre aspirazioni e di musicare con grazia il necrologio delle nostre speranze.”

L’identità di Sora Cesira invece rimane un mistero, lei preferisce non rivelarla per non avere problemi sul lavoro. Ad oggi le uniche notizie trapelate parlano di una musicista di professione di 43 anni che non è nè destra e nè di sinistra, e che trae spunto dalle notizie lette sui giornali per le sue parodie.

Sul blog, invece, Sora Cesira si descrive così “Mi chiamo Sora Cesira, ho l’età di marilyn manson al quadrato, diviso gli anni di Shrek, meno il metabolismo basale di Luciana Turina quando ha il ciclo. Il mio psichiatra dice che non mi può più aiutare. I miei genitori ci hanno messo una pietra sopra ma io continuo a frequentarli. Penso che l’Italia sia un paese molto carino e senza speranza. Sono una persona buona.Credo.”

In attesa della prossima video-parodia, godiamoci le Olgettine di Mannaggiamè.

Mannaggiamè. Video

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *