Squalo gigante nelle acque australiane

Quello che resta dello squalo attaccato.

Sulle spiagge australiane è scattato l’allarme dopo il recupero, da parte delle autorità, di uno squalo delle dimensioni di 3 metri con evidenti segni sul corpo, causati dall’attacco di un suo simile dalle dimensioni ancora maggiori.

L’animale era rimasto incagliato nelle reti dei pescatori e, nonostante le gravi ferite,al momento del ritrovamento era ancora vivo.

Dai segni dei morsi riscontrati sull’esemplare recuperato si può stimare la grandezza dell’animale che lo ha attaccato: uno squalo bianco di ben 7 metri!

Le autorità hanno subito diramato un comunicato, con il quale si invitano i bagnanti, a non frequentare le acque delle spiagge a nord di Brisbane per evitare spiacevoli incontri con il temibile carnivoro.Nonostante questo e nonostante le terribili immagini che mostrano lo squalo aggredito dilaniato dai morsi,l’affluenza sulle spiagge non tende a diminuire.

Evidentemente per gli australiani l’allarme squalo è ormai diventato un’abitudine, dato che le acque che circondano l’isola, da sempre, ospitano questo magnifico ma pericoloso animale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *