Stress da fine vacanze: come combatterlo secondo gli esperti

L’estate volge ormai al termine ed ognuno è costretto a ritornare  alle proprie attività abituali.

Ma le vacanze sono davvero servite? Ci sentiamo davvero riposati? Spesso si avverte la sgradevole sensazione che le ferie siano durate troppo poco: si è sempre stanchi, irritabili e non si riesce a dormire.

Quelli appena elencati non sono altro che i classici sintomi della “sindrome da rientro” che, in base alle statistiche del centro Oms per la Medicina del Turismo, colpisce un italiano su due nei primi giorni di lavoro dopo le vacanze.

Tale malessere generale è dovuto allo “sforzo” compiuto dal nostro cervello nel ritornare alla normalità, nel riadattarsi all’attività lavorativa e ritrovare gli abituali schemi mentali della vita quotidiana.

Durante le vacanze, infatti, il cervello mette in moto un meccanismo atto ad “eliminare il superfluo”, in modo tale da consentire il riposo ed il recupero. Ed è questo il motivo per cui, al termine delle vacanze, si ha la sensazione di non riuscire a ricominciare.

Grazie a qualche piccolo accorgimento, comunque, è possibile affrontare questo periodo di stress post-vacanziero nel migliore dei modi, godendo appieno del riposo estivo e ricominciando serenamente le proprie attività quotidiane. Ecco cosa bisognerebbe fare:

  • Prima di tutto, accettare i sintomi della sindrome da rientro in quanto tali e non preoccuparsi troppo: passeranno presto;
  • Non sovraccaricarsi di lavoro nei primi giorni dopo il rientro e non trascurare le giuste ore di riposo notturno: bisogna recuperare la giusta forma psico-fisica;
  • Annotare idee e progetti su un computer o su un diario: ciò aiuterà a ritrovare la  progettualità e l’organizzazione;
  • Concentrarsi sulle tante opportunità che i mesi seguenti offriranno;
  • Evitare di scaricare su colleghi o familiari il disagio tipico di questo periodo;
  • Tornare prima della fine delle ferie lavorative, in modo da recuperare gradualmente le proprie abitudini;
  • Fare attenzione alla dieta, evitando caffè, insaccati, fritti, cibi troppo piccanti: ciò per non irritare l’intestino e peggiorare lo stress.

Questo piccolo vademecum sarà sicuramente utile a tutti coloro che ogni anno, dopo le vacanze, si sentono più “distrutti” che riposati.

Buon lavoro a tutti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *