Stress e problemi cardiaci si leggono nei capelli

I capelli “registrano” tutto ciò che il nostro corpo sente come stress e ne conservano la memoria per mesi.

La scoperta è giunta dal Canada, dove un team di ricercatori ha scoperto che nei capelli è possibile “leggere” l’intensità dello stress raggiunto da una persona, valutando così il rischio di avere un infarto o altri problemi cardiaci.

Gideon Koren e Stan Van Uum,  della Western Ontario University, hanno fondato il loro studio sui livelli di cortisolo nell’organismo.

Il cortisolo aumenta in concomitanza con grandi periodi di stress, ansia e tensione e puù essere rivelato tramite le analise del sangue o delle urine. Questi sistemi, però, non consentono di rilevarne la presenza sul lungo periodo.

L’importanza della scoperta sta nell’aver notato che il cortisolo si accumula anche nei capelli, restandovi per un lungo periodo di tempo e offrendo quindi un “resoconto” dell’ansia accumulata negli ultimi mesi:

Sei centimetri di capelli bastano per determinare i livelli di stress raggiunti negli ultimi sei mesi” – spiega Koren – “semplicemente misurando il cortisolo accumulatosi“.

La verifica sperimentale è avvenuta utilizzando un campione di 112 persone della stessa età, di cui 56 reduci da episodi di infarto.

I risultati sono stati sorprendenti: i capelli delle 56 persone che avevano subito gli attacchi di cuore mostravano livelli di cortisolo altissimi nei tre mesi precedenti l’episodio di infarto, indice di una vita molto stressante.

Dai risultati ottenuti si evince quanto sia effettivamente importante condurre una vita sana ed evitare lo stress eccessivo e  quanto sia necessario il cambiamento di abitudini nella vita di molti.

Curate, inoltre, i vostri capelli: un giorno potrebbero salvarvi la vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *