Studenti fuori sede, come risparmiare

Per molti giovani, appena diplomati, inizia una nuova avventura, quella universitaria. Qualcuno avrà deciso di rimanere a casa e frequentare i corsi nell’ateneo della propria città, per questioni economiche, per comodità o per no allontanarsi troppo dalla famiglia e dagli amici. Per coloro, invece, che hanno optato per seguire i corsi in un’altra città si palesa la questione soldiAffitto di casa, utenze varie (gas, luce, internet), cibo e libri sono le cose con cui fare i conti.

Studenti fuori sede, come risparmiare in 5 passi.

Tutti gli studenti fuori sede hanno un budget che gli viene generalmente inviato dai genitori e, spesso non è molto. Per questo motivo vogliamo darvi qualche dritta per ridurre le spese mensili di casa.

  • Condividi la camera. Generalmente chi decide di studiare fuori casa opta per l’affitto di una camera all’interno di un appartamento condiviso. In questo modo si risparmia rispetto al costo di un intero appartamento. Se poi, vuoi ridurre ulteriormente la spesa, puoi considerare l’idea di condividere la camera, quelle doppie hanno un consto ancora inferiore. Certo, il rischio è la compagnia, dovrai condividere spazi piccoli con un’altra persona e, si sa, la convivenza è difficile. Meglio, quindi, se fai questa scelta con un amico o con un fratello o sorella, quindi con persone con cui hai una certa confidenza e cui hai un rapporto già collaudato.

  • Controlla il contratto. I contratti per gli studenti possono includere anche le spese di gestione come gas, luce, corrente elettrica. Quindi, per evitare sorprese a fine mese assicurati che nella cifra mensile propostati, seppur un po’ più alta del normale, siano inclusi anche i costi delle utenze. Risparmiare sull’affitto della camera ma pagare le bollette può far lievitare il prezzo anche di molto e superare quello che pagheresti con tutto incluso.

  • Risparmia sulle bollette. La possibilità di includere le bollette nella spesa dell’affitto non è sempre possibile allora bisogna ricorrere ad altri mezzi per spendere meno. Ti abbiamo già parlato di come risparmiare sul riscaldamento in casa, questo vale anche se si affitta soltanto una camera.

  • Scegli il contratto giusto per la connessione internet. Ormai gli operatori che offrono una connessione internet sono tanti, è importante, per poter risparmiare valutare quello che più si adatta alle tue esigenze. Gli studenti universitari hanno bisogno della rete per lo studio ma, seguendo le lezioni presso l’università o studiando in biblioteca, la connessione resta inutilizzata per diverse ore. Quindi se non hai bisogno di essere on line 24 h su 24, puoi scegliere un contratto che includa solo un numero ridotto di ore. Se così non fosse, opta per un contratto a connessione illimitata, magari con router e non con la chiavetta in modo da poter dividere le spese con il resto dei coinquilini.

  • Studia. Può sembrare un consiglio scontato e non necessariamente legato alla riduzione dei costi della vita dello studente. Ma non è così. Infatti, studiare molto e bene oltre a contenere la durata della vita universitaria ai pochi anni del corso, per i più meritevoli, le università mettono a disposizione delle borse di studio che vi consentiranno di pagare l’affitto senza rimetterci nemmeno un euro di tasca vostra.

Speriamo che i nostri consigli vi siano tornati utili perché la vita universitaria è già dura, non complichiamola ulteriormente con troppe rinunce.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *