Summit del G7: il Mondo prende di petto la crisi economica!

E’ previsto per oggi l’atteso incontro, probabilmente telefonico, tra gli Stati facenti parte del G7: Stati Uniti d’America, Francia, Germania, Italia, Canada, Giappone e Regno Unito.

Motivo della discussione: trovare una soluzione, o un pacchetto di soluzioni, che permettano quantomeno di fronteggiare la crisi economica. Questo summit avviene appena qualche giorno dopo che  Standard and Poor’s, agenzia di rating mondiale, ha declassato l’economia americana dalla tripla A (il massimo raggiungibile per una economia, identificabile come uno Stato in ottima salute economica) ad un, pur sempre ragguardevole AA+.

Spettatore parecchio interessato, sebbene non membro attivo del summit, è la Cina, la quale detiene la stragrande maggioranza del debito pubblico americano. Restando più strettamente all’economia nostrana, la BCE (banca centrale europea) ha fatto trapelare l’intenzione di acquistare titoli di Stato italiani per aiutare la nostra finanza.

Ora non resta che attuare delle riforme strutturali al nostro sistema economico (facile a dirsi, difficile a farsi!). Sembra una vera corsa contro il tempo per scongiurare un crollo delle borse. Forse la strada che si sta cercando di intraprendere è quella giusta per evitare un “giovedì nero” per le borse come nel lontano 1929.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *