Thailandia: granate nel centro di Bangkok, allerta della Farnesina

Tre morti e 75 feriti tra cui alcuni stranieri in una serie di  esplosioni che hanno colpito oggi il centro finanziario di Bangkok. Le esplosioni sarebbero dovute a granate sparate dall’area controllata dalle cosiddette ” Camicie Rosse “.

La Farnesina comunica che, al momento, non risulta che ci siano italiani  coinvolti in questo recente episodio di violenza nel centro finanziario di Bangkok.

L’escalation delle violenze, iniziate il 12 Marzo scorso, hanno determinato il 7 Aprile la dichiarazione  dello stato di emergenza sia a Bangkok che nelle province di Samut Prakan, Nonthaburi, Ayuttaya, Pathum Thani e Nakhon Pathom.  Nonostante ciò tre giorni dopo, il  10 aprile si sono verificati violenti scontri a Bangkok tra le forze dell’ordine e i manifestanti con conseguenti  morti e centinaia di feriti.

Dal 15 aprile le camicie rosse hanno concentrato la propria presenza nel  centro di Bangkok, ove sono presenti gli hotel di lusso e i più grandi centri commerciali della città.

Il sito del Ministero degli Esteri www.viaggiaresicuri.it avverte  testualmente ” …  non è da escludere che nei prossimi giorni la situazione possa deteriorarsi con episodi di violenza, estendendosi anche ad alcune zone commerciali e turistiche della capitale.

Pur nella dichiarata intenzione delle parti di non coinvolgere stranieri e turisti, si sconsigliano al momento  soggiorni non necessari a Bangkok  (salvo il transito per altre destinazioni del Paese) sino a quando la situazione non sia tornata a normalità “.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *