Tour de France: Alberto Contador centra il tris

Con l’arrivo ai Campi Elisi di Parigi e con la 5° vittoria di Mark Cavendish, irresistibile allo sprint, si è concluso questo 97° Tour de France che ha visto vincitore, secondo pronostico, lo spagnolo Alberto Contador.

Per lui è il terzo Tour de France conquistato, a cui vanno aggiunte le vittorie al Giro d’Italia e alla Vuelta di Spagna ottenute nel 2008, un dominio che lascia pochi dubbi sul fatto che siamo nel bel mezzo di un era, la sua, successiva a quella dell’americano Armstrong.

Non è stata però una vittoria facile quella dello spagnolo, che si è imposto sul lussemburghese Andy Schleck per appena 39”, margine assai più esiguo rispetto alla vittoria dello scorso anno.

Difficile capire se questo livellamento di valore tra i 2 corridori sia dovuto a un miglioramento del lussemburghese o a un calo dello spagnolo, sta di fatto che il duello tra Contador e Schleck è stata la nota dominante di questo Tour de France e molto lascia pensare che lo sarà anche per gli anni futuri.

I due corridori si sono equivalsi in salita, dimostrandosi superiori a tutti gli altri, ma a far pendere la bilancia a favore di Contador sono state le cronometro, sebbene la differenza tra i due sia stata molto minore delle aspettative.

Per gli italiani questo è stato sostanzialmente un Tour deludente. Ivan Basso non è mai stato in corsa per i primissimi posti della generale e la febbre che lo ha colto sui pirenei gli ha tranciato definitivamente le ali; Cunego è stato spesso brillante protagonista in azioni a lunga gittata ma non è mai riuscito a concretizzare e anche lui è finito lontano in classifica generale.

Le soddisfazioni maggiori sono arrivate dal 36enne Alessandro Petacchi che ha colto 2 successi nelle prime 2 volate di questo Tour, ma soprattutto ha conquistato la maglia verde della classifica a punti, maglia questa che mancava da ben 42 anni, quando a conquistarla fu Bitossi nel 1968.

Questa la classifica finale:

1. Alberto CONTADOR

2. Andy SCHLECK + 00′ 39″

3. Denis MENCHOV + 02′ 01″

4. Samuel SANCHEZ + 03′ 40″

5. Jurgen VAN DEN BROECK + 06′ 54″

6. Robert GESINK + 09′ 31″

7. Ryder HESJEDAL + 10′ 15″

8. Joaquin RODRIGUEZ OLIVER + 11′ 37″

9. Roman KREUZIGER + 11′ 54″

10. Christopher HORNER + 12′ 02″

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *