Tour de France: Marcatura a uomo tra Contador e Schleck

La tanto attesa prima tappa pirenaica con arrivo in quota a Ax 3 Domaines  dopo aver scalato il temuto Col de Pailheres delude un po’ le attese, soprattutto per quanto riguarda l’annunciato duello tra lo spagnolo Alberto Contador e il lussemburghese Andy Schleck.

Il duello in verità c’è stato, ma a colpi di fioretto, con la maglia gialla Schleck incollato alla ruota di Contador come un ombra. Contador ci ha provato in 2 occasioni sulla salita finale ma con Schleck che non mollava un centimetro la sua ruota ha preferito fermarsi e non proseguire.

In questo marcamento uomo contro uomo ne hanno approfittato nel finale il terzo e il quarto della generale Samuel Sanchez e Denis Menchov che, partiti a 2 km dall’arrivo, hanno guadagnato una quindicina di secondi sui 2 rivali. Se questo marcamento dovesse continuare anche nelle prossime tappe pirenaiche non è da escludere un rientro anche di loro 2 nei giochi per la vittoria finale.

Al di là dei giochi di classifica, la tappa è stata meritatamente vinta dal francese Riblon, in fuga con altri 8 uomini da oltre 160 km, che è stato l’unico a resistere al ritorno degli uomini di classifica e a vincere in perfetta solitudine.

Si è messo in buona evidenza il nostro Damiano Cunego, partito nella parte finale del Col de Pailheres per conquistare punti per il gran premio della montagna (che sembra essere il suo obiettivo per questo Tour de France) e poi ripreso e staccato sull’erta finale giungendo 8°.

Arriva staccato anche Ivan Basso, piuttosto deludente anche oggi e comunque 10° nella classifica generale a 6’ e 52’’ dalla maglia gialla Schleck. Ancora peggio fa Armstrong in pesante ritardo anche quest’oggi ed ora a 40’ dalla maglia gialla.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *