Turismo spaziale: presto sarà realtà

Grandi novità per gli amanti dei viaggi, presto si potrà organizzare un viaggio nello spazio.

Unico problema? Il biglietto non sarà a buon mercato, anzi, il costo del biglietto sarà proprio esorbitante. Parliamo di circa 200.000 dollari.

A credere nell’idea del turismo spaziale, è il miliardario inglese Richard Branson, fondatore del gruppo Virgin, che, dopo il mercato discografico, le compagnie aeree e la telefonia mobile, ha fondato e si appresta a far decollare la Virgin Galactic.

Obiettivo della compagnia è l’offerta di voli suborbitali per il mercato commerciale.

La compagnia proporrà la possibilità di volare a 100 km di quota e osservare la Terra dagli oblò della navetta.

La navetta si chiamerà Space Ship Two, e sarà operativa dal 2016, anno in cui Branson spera di veder diventare operativa la sua nuova azienda.

Le previsioni della Virgin Galactic parlano di una media di 500 persone all’anno. Il mercato ovviamente sarà di nicchia, visto il costo proibitivo del biglietto, è facilmente ipotizzabile che sarà un viggio per turisti facoltosi.

La Virgin ha poi annunciato di avere già più di 500 prenotazioni, tra cui star del calibro di Brad Pitt e Angelina Jolie.

Intanto, già il prossimo anno, ci sarà il primo volo operativo della navetta e Branson, che ambisce ad essere il pioniere del turismo spaziale, annuncia che farà il viaggio insieme ai figli per testare il prodotto che si appresta a vendere.

A noi comuni mortali, che non possiamo neanche pensare di spendere 200 mila dollari per un viaggio di un’ora, non ci resta che godere dei racconti di quei paperoni che andranno e aspettare che i prezzi scendano …

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *