UFO: Alieno alto 4 metri in Friuli, spunta foto della creatura

Nei giorni scorsi vi avevamo parlato della strana creatura avvistata a Mortegliano, provincia di Udine, e delle stranezze che la vicenda evidenziava (qui). Non volendo lasciare la storia “campata in aria”, abbiamo deciso di tornare a scriverne, per aggiornarvi sugli sviluppi della storia in modo da fornire, a voi lettori, un quadro più completo ed esaustivo di tutta l’intricata vicenda.

Se avete letto il primo articolo eravamo rimasti con una certezza e molti dubbi nel racconto del testimone: il telefonino non funzionava e dunque risultò impossibile chiamare le forze dell’ordine, anche se il testimone aveva tentato di chiamare il padre e non la polizia.

La comunità ufologica, molti lettori, gli appassionati si sono chiesti ed hanno chiesto direttamente al prof. Chiumineto (ufologo che si sta occupando dell’indagine) se il telefonino era in panne ma poteva scattare foto; nessuno ha avuto risposta su questo particolare e nessuno, nemmeno nelle trasmissioni in cui sono stati ospiti (come profetizzavamo) lo ha chiesto al testimone. Strano, ci siamo detti, che modo di investigare è questo? Che modo di condurre una trasmissione è, altri si sono chiesti?

Altro dubbio che attanagliava il caso era quello dei testimoni, tutti si chiedevano se era plausibile il fatto che con tantissimi testimoni presenti, solo  uno fosse venuto allo scoperto. Se per qualcuno è plausibile pensarlo perché si vogliono evitare i riflettori c’è però da dire che qualunque cittadino si trovi d’avanti una creatura mostruosa, la prima cosa che fa è andare nel primo comando di polizia a denunciare il fatto!

Altra stranezza è la mania di protagonismo che sembra avere l’inquirente nel trattare il caso; troppo strano ci siamo detti, c’è qualcosa sotto. Si tratta forse di “Viral Marketing”, azione di cui l’inquirente si è macchiato in passato?

Ebbene, oggi che abbiamo alcune risposte ad alcuni quesiti ci sembra giusto condivide queste risposte con i nostri lettori che tanto ci hanno seguito e commentato nel precedente scritto ed in altri luoghi virtuali dove noi siamo presenti in silenzio come delle 2emineze grigie” per non essere disturbati dal rumors del dibattito.

Da pochi giorni abbiamo avuto notizia per bocca dello stesso prof. Chiumiento che ci sono altri testimoni e che lo hanno contattato. La notizia più entusiasmante è che uno di questi, per la precisione una delle tre ragazze che erano in una delle macchine in coda, si è messa in contatto con l’inquirente ed è riuscita anche a scattare una foto!

Finalmente abbiamo anche la risposta sul funzionamento dei telefonini: sembra funzionassero, visto che sono riusciti a scattare la foto. In effetti i ponti radio funzionavano regolarmente e nessun operatore telefonico ha riscontrato anomalie nel funzionamento degli stessi. Forse una zona d’ombra che in quel preciso punto della strada “Napoleonica” non fornisce segnale, ma il funzionamento del menù del terminale si!

Tanti dubbi ed illazioni spazzate via in un solo istante? No, perché l’ufologo che ha dato in pasto il testimone ai media non fa la stessa cosa con il documento che avvalora il racconto. Purtroppo la foto della creatura, che ormai sappiamo essere in mano dell’ufologo, verrà svelata solo in un prossimo futuro ed a pagamento. Infatti per sapere cosa hanno visto i testimoni si è costretti ad acquistare il libro di prossima uscita dell’ufologo.

Abbiamo anche riscontrato delle anomalie sulle tempistiche racconto/stampa in quanto l’ufologo ha dichiarato che il libro era in stampa e dai tempi tecnici sembrerebbe che il libro fosse andato in stampa quasi contemporaneamente all’avvistamento e prima del possesso della foto. Il “viral marketing” non solo è confermato ma è conclamato, in più come successo in passato è molto probabile che in questo libro non ci sia alcuna foto in attesa di un secondo libro di approfondimento.

La comunità ufologica italiana ha ormai sentenziato e giudicato il comportamento reiterato dell’ufologo come improprio e fuori dagli schemi classici della ricerca ufologica con il semplice scopo di lucrare; dal canto nostro non possiamo che esprimere la nostra nota di biasimo in attesa della prossima invasione aliena.

2 Comments

  1. Dreamland 8 marzo 2012
  2. mauro 10 marzo 2012

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *