Un ottimo Milan affonda uno spento Napoli

Milano, San Siro. Non bastano Hamsik e Cavani al Napoli per arginare i danni contro un Milan ottimo nel secondo tempo ma apparso appannato nel primo. Partita dai due volti, quella di ieri sera a San Siro.

Un primo tempo a tratti spento, lento. Le due squadre sentono l’importanza della gara. Si gioca un pezzo di scudetto, chi vince sa che avrà un vantaggio da gestire fino a fine campionato.  Il Napoli forse paga la troppa pressione, la poca esperienza in gare di questo livello. Il Milan invece è squadra abituata ai grandi palscoscenici, alle gare che valgono una stagione, e lo dimostra fino in fondo.

Nella ripresa un goal di Ibrahimovic su rigore dubbio (si discuterà del fallo di mano fischiato da Rocchi) e l’ingresso di Boateng cambiano il volto del Milan. Boateng inventa, segna il secondo gol su assisto di Pato e fa segnare lo stesso Pato per il 3 a 0 finale che consegna ai rossoneri la testa della classifica e fa perdere la seconda posizione al Napoli a favore dell’Inter di Leonardo in lenta rimonta.

Sabato il Milan farà visita alla Juventus in gara che può valere la stagione per entrambe le squadre. Per il Milan, per consolidare il primato, la Juventus per uscire dalla crisi di gioco e di risultati che ha caratterizzato le ultime gare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *