Una catena umana di 120 chilometri per dire no al nucleare

Giorno 24 aprile a dieci giorni dal 24°anniversario del disastro nucleare di Chernobyl, 100.000 persone hanno manifestato formando una catena umana lunga 120 chilometri in modo da coprire la distanza che separa l’impianto Kruemmel, vicino ad Amburgo, dalla centrale di Brunsbuettel sulla foce del fiume Elba.

Il sito di Kruemmel, è al centro di polemiche a causa di due incidenti non molto gravi che si sono verificati nel 2007 e nel 2009. La coalizione di centro-destra, guidata dalla cancelliera Tedesca Angela Merkel, ha annunciato l’intenzione di abrogare una legge che prevedeva la chiusura di tutti le centrali nucleari entro il 2020.

La manifestazione anti-nucleare è stata preceduta da una manifestazione l’11 aprile, in 53 città tedesche, circa 8mila persone hanno manifestato contro il prolungamento della vita delle centrali nucleari in Germania. Solo a Berlino una catena lunga oltre 1,2 chilometri e composta da oltre 2000 persone ha coperto la distanza tra gli impianti di Vattenfall e RWE. Dimostrazioni anche a Monaco, Amburgo e Wuerzuburg.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *