Uomo fa irruzione in una scuola a Rio, 12 morti

Ennesimo caso di ragazzi che perdono la testa e compiono una strage prima di perdere la testa.

E’ successa la stessa cosa a Rio de Janeiro i Brasile, dove un ragazzo di 23 anni, ha aperto il fuoco in una scuola uccidendo 12 bambini e ferendone circa una ventina, prima di suicidarsi.

L’episodio è avvenuto nella scuola pubblica Tasso da Silveira nel quartiere Realengo di Rio poco dopo l’inizio delle lezioni , quando il ragazzo, ex studente dell’istituto, con addosso un uniforme militare e 2 pistole con ben 8 caricatori, ha prima chiesto il permesso di parlare ai ragazzi, poi salito al terzo piano dell’istituto ha aperto il fuoco sparando all’impazzata per 3 minuti prima di darsi alla fuga e suicidarsi poco dopo.

Wellington Menezes de Oliveira, questo il nome del ragazzo , ha lasciato una lettera dove esprimeva la sua intenzione di togliersi la vita. Il paese è sotto shock per l’accaduto e i suoi familiari hanno parlato di un ragazzo che viveva da solo, che non aveva amici e se ne stava tutto il giorno al computer su internet.

Da quanche tempo si era fatto crescere la barba e con tutta probabilità si era avvicinato all’islam.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *