USA: Il piano Obama per ridurre il tasso di disoccupazione

Per un’ambiziosa iniziativa destinata a ridurre la disoccupazione ed aumentare le sue possibilità di rielezione, Barack Obama ha chiesto ieri sera al Congresso degli Stati Uniti il supporto immediato ad un piano di quasi 450.000 milioni di dollari (325.000 milioni di euro), per stimolare la crescita economica e la creazione di impiego.

Non è affatto scontato che questa proposta, che arriva in un momento di gran polarizzazione politica nel paese, riceva l’appoggio della Camera dei Rappresentanti, dove i repubblicani sono maggioranza.

“Il proposito di questa legge”, ha affermato Obama, “è semplice:  mettere più gente a lavorare e più denaro nelle tasche di quelli che stanno lavorando.” La legge combina una serie di benefici fiscali, con investimenti pubblici in infrastrutture e agevolazioni per i disoccupati. Più del 70 percento dell’economia nordamericana dipende dalla spesa dei consumatori, per quello diventa imprescindibile restituire potere d’acquisto ai cittadini per rivitalizzare l’attività economica.

“Questa legge creerà più impieghi per i lavoratori, per i maestri, per i veterani di guerra e più impieghi per i disoccupati di lunga durata. Permetterà aiuti fiscali alle compagnie che stanno assumendo nuovi impiegati e ridurrà le imposte alle loro entrate”, ha assicurato il presidente. “Devono approvare immediatamente questi impieghi… Dobbiamo mettere fine al circo politico e fare qualcosa per aiutare l’economia”, ha aggiunto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *