Vacanze in bici organizzate: 3 motivi per scegliere un tour in bicicletta

Non è importante la meta da raggiungere e neanche in quanto tempo si impiegherà per arrivarci, perché ciò che conta è il viaggio, osservare lo spazio che si attraversa e scandire con attenzione il tempo che si impiega per giungere alla meta. È un concetto ripetuto più volte, in forme diverse, in molte opere letterarie e oggi è l’idea di fondo che anima e spinge ogni anno migliaia di cicloturisti a percorrere le nostre strade e le piste ciclabili. Non a caso, le vacanze in bici organizzate, o anche quelle fai da te, sono sempre di più il frutto di una vera e propria filosofia di vita, che si diffonde ogni anno di più.

Ma come mai così tanti italiani sono dediti alle vacanze in bici organizzate e ai tour in bicicletta?
Alla base del successo del cicloturismo, che permette di conciliare l’attività fisica con una vacanza all’aria aperta, c’è la riscoperta del tempo e dello spazio, ma anche dei suoni e dei profumi della natura, della bellezza dei paesaggi, della cultura e del rapporto con gli altri.

Da soli o in compagnia di un gruppo di amici, le vacanze in bici organizzate permettono di uscire dallo stress e dal ripetersi frenetico della vita quotidiana, per proiettarsi in una realtà serena e a misura d’uomo. Ma non è tutto rose e fiori, perché un tour in bicicletta richiede impegno, tecnica, allenamento, tenacia e costanza, ma soprattutto tanta forza di volontà, sia per iniziare che per continuare. Per questo è importante affidarsi ad associazioni o tour operator dedicati, specie se siamo alle prime armi. Ma ecco tre validi motivi per abbandonare ogni riserva sull’argomento e iniziare a pedalare, prima vicino casa, e poi in vacanza.
Il primo riguarda il posto da visitare: se lo conosciamo bene (inclusi possibili inconvenienti o pericoli) possiamo anche avventurarci da soli, ma se non lo siamo è opportuno seguire un esperto del posto, che sia preparato sulle caratteristiche e gli eventuali pericoli del luogo, sia sul mondo della bici. L’importante, in ogni caso, è che conosca in modo approfondito il posto e possa quindi consigliarci sui percorsi più adatti alle nostre esigenze oal nostro grado di preparazione atletica.

La seconda ragione per scegliere delle vacanze in bici organizzate è nella scelta del livello di difficoltà e delle zone da attraversare in sella. Naturalmente, chi conosce il posto può consigliarci di volta in volta l’itinerario migliore, più o meno impegnativo, che sia compatibile con il nostro livello di preparazione atletica. Se siamo alle prime armi e non siamo molto preparati fisicamente, il tour operator (la guida, o l’associazione cui ci rivolgiamo) ci consiglierà la soluzione migliore: facile e adatto a tutti, purché dotati di un minimo di vocazione sportiva, intermedio, per chi è allenato e disposto a misurarsi con maggiore impegno fisico, ed estremo per coloro che sono sportivi fisicamente e molto allenati tecnicamente.

La terza ragione per optare per un tour in bicicletta è nell’opportunità di avere una guida esperta, in grado di pianificare e organizzare correttamente le nostre giornate e metterci al riparo da imprevisti o pericoli. Un tour operator, o una guida esperta e specializzata, sarà in grado di programmare delle attività sportive adeguate, calcolando tempi di percorrenza, tempo di recupero e riposo, ma provvederà anche ad includere attività ludiche e ricreative, culturali e di relax, sia per gli adulti che per i bambini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *