Valiant Hearts – The Great War

Salve a tutti, lettori di Social Post.
Chi segue il mondo videoludico e ne conosce le dinamiche, sa benissimo che le logiche del mercato tendono a promuovere e pubblicizzare con bombardamenti mediatici i cosiddetti titoli “tripla A“, ossia quei titoli sviluppati dalle principali software house, che richiedono milioni e milioni per lo sviluppo e che hanno un maggior seguito,conseguendone un maggior ricavo. In questo scenario tuttavia, ci sono dei piccoli capolavori sviluppati da team indipendenti o da divisioni secondarie delle software house stesse che vengono spesso trascurati, e passano in secondo piano, soprattutto per chi non è così informato sulla scena e ha modo di conoscere i videogiochi in uscita solo tramite gli spot televisivi e le pubblicità dei vari retailers .VH_SC_15_Tank_148649

Valiant Hearts rappresenta uno di questi casi. Il titolo è stato rilasciato quasi un annetto fa nella versione console mentre lo scorso 4 settembre nella versione mobile, IOS e Android. Questa fantastica avventura grafica in 2D sviluppata da Ubisoft Montpellier che è disponibile solo in versione digitale, non in quella retail , merita davvero di essere giocata, scopriamo perché!
Da premettere che il gioco punta molto su una forte componente narrativa ,per cui vi racconteremo solo l’incipit iniziale della trama.
Valiant Hearts è ambientato durante la Prima Guerra Mondiale, periodo storico poco sfruttato dagli sviluppatori videoludici, che generalmente trovano maggior facilità nel creare trame e caratterizzare personaggi sullo sfondo del secondo conflitto mondiale. Il tutto ha inizio nell’anno 1914 con l’assassinio dell’ Arciduca Francesco Ferdinando d’Austria e la conseguente dichiarazione di guerra alla Russia da parte della Germania. La Francia a sua volta inizia a deportare tutti i cittadini tedeschi che vivono all’interno dei propri confini, tra questi c’è Karl che viene così costretto ad abbandonare la moglie Marie e arruolarsi tra le fila dell’esercito tedesco, proprio sul fronte francese. Ironia della sorte, sul campo di battaglia Karl incontrerà l’anziano suocero Emile, obbligato anch’egli ad arruolarsi tra le schiere francesi per la Grande Guerra. Partendo da questo incontro ripercorreremo attraverso vari personaggi le buie e orribili vicende del ’14 – ’18. Dunque il titolo, oltre ad essere molto toccante risulta particolarmente educativo e fedele a quegli avvenimenti, sebbene lo stile cartoon ne sminuisce la drammaticità.
Valiant-Hearts-Screenshot
Per quanto riguarda il gameplay, molto accessibile e intuitivo, l’azione è spesso alternata a fasi più lente e ragionate, dovute alla presenza di ostacoli nella zona che ci impediranno di proseguire se non risolvendo enigmi e piccoli rompicapo, non troppo difficili e cervellotici . Proprio per questo motivo è possibile attivare la modalità di difficoltà Veterano che disattiverà tutti i possibili hint e indizi che il gioco fornisce ogni paio di minuti quando ci si trova nelle suddette zone, aumentando così il livello di sfida. L’avventura riesce ad essere molto variegata anche grazie alle fasi di guida e alle particolari abilità che ogni personaggio possiede e che sono richieste in determinati momenti. All’interno del gioco sono inoltre presenti degli oggetti collezionabili , alcuni dei quali ,discretamente nascosti, possono sfuggire durante la prima run di gioco e possono portare a rigiocare il titolo o quantomeno alcuni livelli .

3a7b324712c9fcb0be054e5aa89ec856fa4d49ddIl comparto tecnico che sfrutta l’eccezionale UbiArt Framework engine, già utilizzata in un altro notevole titolo di Ubisoft Montreal, Child of Light, riesce a regalare bellissimi scorci. Fantastiche anche le musiche che ci accompagnano durante l’avventura. La longevità non è notevole, si tratta di una manciata di ore, tenendo presente i collezionabili da poter raccogliere, che una volta visualizzati nel diario di gioco ci daranno ulteriori informazioni circa il periodo storico,gli avvenimenti e la vita dei soldati in trincea.

Tirando le somme, Valiant Hearts costituisce una memorabile avventura fornitaci dai bravissimi ragazzi di Ubisoft Montpellier, che riesce a incantare e a far riflettere grazie alla toccante narrativa ma allo stesso tempo a educare e informare tramite l’ambientazione,gli scenari e gli oggetti che troveremo lungo il mondo di gioco. Un titolo consigliato a grandi e piccini, soprattutto considerata la modica cifra (14,99 euro). Fateci un pensierino, non resterete delusi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *