Variazione del numero di province : in totale saranno 51

E’ appena stato approvato il decreto legge per la modifica del numero delle province che sarà attiva a partire dal 2014. E’ solo rimandato l’appuntamento con la variazione delle province delle regioni a statuto speciale, visto che la legge sulla spending coincede a queste realtà sei mesi di tempo in più.

Di seguito l’elenco delle province per ciascuna regione:

  • PIEMONTE : Torino, Cuneo, Asti-Alessandria, Novara-Verbano-Cusio-Ossola, Biella-Vercelli;
  • LIGURIA : Imperia-Savona, Genova, La Spezia;
  • LOMBARDIA : Milano-Monza-Brianza, Brescia, Mantova-Cremona-Lodi, Varese-Como-Lecco, Sondrio, Bergamo, Pavia;
  • VENETO: Verona-Rovigo, Vicenza, Padova-Treviso, Belluno, Venezia;
  • EMILIA ROMAGNA: Piacenza-Parma; Reggio Emilia-Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna-Forlì-Cesena-Rimini;
  • TOSCANA: Firenze-Pistoia-Prato, Arezzo, Siena-Grosseto, Massa Carrara-Lucca-Pisa-Livorno;
  • MARCHE: Ancona, Pesaro-Urbino, Macerata-Fermo-Ascoli Piceno;
  • UMBRIA: Perugia-Terni;
  • LAZIO: Roma, Viterbo-Rieti, Latina-Frosinone;
  • ABRUZZO: L’Aquila-Teramo, Pescara-Chieti;
  • MOLISE: Campobasso-Isernia;
  • CAMPANIA: Napoli, Caserta, Benevento-Avellino, Salerno;
  • PUGLIA: Bari, Foggia-Andria-Barletta-Trani, Taranto-Brindisi, Lecce;
  • BASILICATA:  Potenza-Matera;
  • CALABRIA: Cosenza, Crotone-Catanzaro-Vibo Valentia, Reggio Calabria;

Al suddetto elenco si aggiungeranno entro sei mesi le regioni a statuto speciale.

A partire da gennaio verranno meno le giunte provinciali e il Presidente, nella fase di transizione, potrà delegare non più di tre consiglieri.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *