Vasco contro Nonciclopedia, pace fatta

Negli ultimi giorni il nome di Vasco Rossi è stato accostato spesso a quello di Nonciclopedia.

Nonciclopedia è un sito internet, parodia del famoso Wikipedia, che fa della satira e dello humor non-sense il suo pezzo forte.  Con più di 10000 voci, Nonciclopedia è tradotto in decine e decine di lingue.

Solo ieri, il sito ha annunciato la chiusura a tempo “indeterminato”, per protesta verso le accuse del cantante, i cui legali hanno agito nei confronti di Nonciclopedia per diffamazione. Di seguito il testo della home page di Nonciclopedia:

Attenzione: questo non è uno scherzo!

Nonciclopedia sciopera a tempo indeterminato per colpa di quelle persone che si prendono troppo sul serio.
Un sentito ringraziamento a VASCO ROSSI e i suoi avvolt… avvocati.

Questo è invece il testo della pagina dedicata agli approfondimenti sul caso:

Care lettrici, cari lettori, cari creditori
Nonciclopedia chiude a causa di una denuncia che Vasco Rossi ha sporto contro il sito.
Vasco Rossi si è sentito diffamato dalla pagina che lo riguardava.
Probabilmente si terrà un processo, al termine del quale quel brufoloso ragazzino quindicenne che ha scritto la pagina dopo essere stato picchiato dai suoi compagni di classe, adesso dovrà anche pagare gli alimenti al nullatenente Vasco Rossi.
Un uomo che ha vissuto l’esperienza della droga, l’esperienza del carcere, l’esperienza di stadi e folle che lo acclamavano, non poteva proprio sopportare l’idea di essere oggetto di satira su Nonciclopedia.

Ieri un nuovo messaggio sulla home page di Nonciclopedia, secondo il quale la vicenda si è conclusa nei migliori dei modi. Pace fatta tra Vasco Rossi e Nonciclopedia. Ecco il messaggio sul sito:

Cari lettori,

Ringraziandovi per il caloroso sostegno, vogliamo innanzitutto chiarire che ci dissociamo dalla violenza con cui il web ha reagito alla nostra decisione di oscurare il sito. Il nostro intento non è mai stato quello di incitare l’utenza contro Vasco, quanto quello di informarla dei fatti avvenuti.

Ci scusiamo se i contenuti della pagina di Vasco Rossi siano sembrati diffamatori, ma non c’è mai stata l’intenzione di offendere il cantante. Aggiungiamo che non abbiamo responsabilità su alcuni stralci della pagina di Vasco Rossi che circolano in rete (e che sono stati diffusi da alcuni TG) poiché non corretti, in quanto non sono mai stati presenti sul nostro sito.

Da entrambe le parti c’è una volontà di garantire umorismo di qualità, pertanto non escludiamo la possibilità futura che un giorno su Nonciclopedia tornerà ad esistere un articolo su Vasco Rossi che faccia ridere tutti quanti.

Tania Sachs, la portavoce ufficiale del rocker, ha assicurato che ritirerà la querela contro Nonciclopedia.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *