Venezuela: affonda piattaforma petrolifera. Nuovo disastro ambientale?

Il presidente del Venezuela Hugo Chávez, ha informato via Twitter all’alba di giovedì 13 che la piattaforma petrolifera Aban Pearl, che estrae gas e petrolio di fronte allo Stato del Sucre è affondata intorno alla mezzanotte. I 96 tecnici che lavoravano sul complesso sono tutti salvi secondo le autorità venezuelane.

Il ministro del Petrolio e dell’Energia, Rafael Ramirez ha successivamente rassicurato, attraverso la TV di Stato che l’incidente non causerà danni ambientali.

“Ci rendiamo conto che si tratta di una situazione ad alto rischio. L’installazione è grande e complessa, ma noi abbiamo contrattato una impresa specializzata in operazioni off-shore che ci ha garantito che non esiste la possibilità tecnica di fuga di gas ” ha dichiarato Ramirez.

Il ministro ha spiegato che un meccanismo automatico, nel momento in cui la piattaforma si è inclinata, ha sganciato il tubo che collega il pozzo alla piattaforma. Immediatamente la valvola di sicurezza ha chiuso l’uscita di gas dal pozzo scongiurando danni all’ambiente.

Insomma, non ci sarebbe da allarmarsi se non fosse per il fatto che tutti i canali di comunicazione in Venezuela sono sotto il diretto  controllo del Governo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *