Verso il terzo polo: Fini, Casini, Rutelli

Sono ormai iniziate le “grandi manovre” in vista del voto di fiducia al governo in programma il 14 dicembre e, forse ancor di più, dell’eventuale campagna elettorale che si aprirerebbe con ogni probabilità in caso di sfiducia all’esecutivo di Berlusconi.

In tale ottica importante è stata la riunione tenutasi ieri nello studio di Gianfranco Fini e al quale hanno partecipato anche il leader di Alleanza per l’Italia, Francesco Rutelli e dell’Udc Pierferdinando Casini.

I tre uomini politici sembrano aver trovato un accordo per presentare una comune mozione di sfiducia al governo Berlusconi; un accordo che potrebbe sempre di più concretizzare l’esito negativo per il governo se è vero, come affermato da Italo Bocchino, che sarebbero garantiti almeno 317 voti a favore della mozione.

Dal canto suo Berlusconi, davanti al “Terzo polo” che sembra concretizzarsi sempre più e commentando l’esito della riunione di ieri dei tre leader, ha definito “da irresponsabili” una tale eventualità poiché, prosegue il premier, ciò “non garantirebbe il mantenimento della stabilità in Italia”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *