Viaggio itinerante col bebè – pappe e non solo

Finalmente il caldo, il sole… finalmente è arrivato il tempo delle vacanze, dei viaggi e dei weekend fuoriporta. Ma chi ha un bel bebè che magari ha appena iniziato lo svezzamento? Molti neogenitori si impigriscono in un tranquillo soggiorno mare in appartamento o in alberghi appositamente attrezzati per i più piccini…

I più intraprendenti però potranno farsi un bel viaggio itinerante, anche con il proprio bebè. L’inizio dello svezzamento infatti non deve indurvi a rinunciare a un bel viaggio che può anzi trasformarsi in una piacevole esperienza anche per il piccolo.

Adottando alcuni piccoli accorgimenti, infatti, darete la possibilità al vostro bimbo di esplorare il mondo, di scoprire nuovi colori, profumi e paesaggi; sicuramente un’esperienza di crescita interessante e la possibilità per voi di non rinunciare alle vacanze che amate.

La cosa più importante è organizzare con attenzione e buon senso a tavolino l’itinerario. E’ opportuno scegliere tappe non troppo lunghe e orientarvi su mete che vi consentano di fare belle passeggiate all’aria aperta con il passeggino o con lo zaino. Anche le città sono sicuramente adatte, a patto di non pretendere di visitare una sfilza di musei.

E per le pappe? Bastano due fondamentali strumenti: lo scaldapappe e gli omogenizzati formato pappa completa.

Lo scalda pappe esiste in diverse varianti, sceglietene uno con lo spinotto auto, le pappe complete sono pasti completi di carne, verdure e pastina. Questi ultimi potrete portarveli da casa, ma ancora meglio, acquistarli sul luogo, verificando in anticipo, tramite internet, le formule presenti nel paese meta del vostro viaggio.

In alternativa è anche possibile portarsi le bustine pronte per il brodo e una scatola di pastine, per organizzare la preparazione di qualche brodino vegetale in albergo, magari per la cena.

[ADSENSE]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *