Vietate protesi al seno per le ragazze minorenni

Il consiglio dei Ministri ha avviato oggi l’analisi del disegno di legge relativo al divieto per le ragazze con età minore di 18 anni di impiantarsi protesi mammarie (nel caso ovviamente si tratti di un intervento dovuto solo a motivi estetici).

Il sottosegretario alla salute Francesca Martini ci tiene a precisare che il disegno di legge è volto a rappresentare “uno stop a tutela delle adolescenti al dilagare di una inconsapevolezza diffusa che rasenta l’incoscienza su interventi di protesi mammarie che comportano rischi clinici e che non devono diventare  fenomeno di moda e costume“.

“L’istituzione del Registro” – ha continuato Francesca Martini “permetterà inoltre di proseguire nelle attività di screening per la diagnosi precoce del tumore al seno”.

In questo caso come non dare ragione agli ideatori di questa iniziativa, che diventa quasi indispensabile per riuscire a contrastare a volte anche l’ignoranza di ragazze e, sopprattutto genitori che permettono un inutile gesto di solo carattere estetico. Avere un seno rifatto, sopprattutto per ragazze minorenni, non può e non deve diventare una moda; che le ragazze si mettano in testa che modelle e le veline non sono  un punto di arrivo, ma un futile segno di decadenza di una società che deve puntare su altri fattori, non certo sulla moda dei “seni rifatti“…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *