Vigile in malattia incastrato da Facebook al mare

Facebook, il social network più famoso del mondo che conta un’utenza straordinaria, diventa una trappola pericolosa.

Questo sopratutto per quelle persone costantemente ossessionate ad aggiornare il profilo, comunicando a tutti i movimenti, le uscite, le foto e i pettegolezzi che si svolgono nella giornata, senza rendersi conto fino a dove possono arrivare i loro fatti personali.
A essre incastrato (con tanto di foto) e’ niente meno che un pubblico ufficiale ,che dopo una caduta dalla moto mentre prestava servizio, trascorreva un periodo di mutua per riprendersi dall’ infortunio.
La salute dell’acciaccato poliziotto si aggravano misteriosamente nel mese di agosto costringendolo a trasferirsi al mare per trarre qualche beneficio.
Mentre i colleghi sono al lavoro, tramite Facebook, il poliziotto beffardo mette in rete le foto delle sue vacanze che, con stupore, mostrano il “finto malato” mentre saltella scherzosamente in spiaggia con abbronzatura caraibica e tanto di bagnetto al largo.
Il poliziotto, ignaro del danno arrecatosi, si vanta anche goliardicamente in rete con gli amici di aver trovato lavoro come bagnino e di farla in barba a tutti percependo doppio stipendio…peccato che Facebook assiste e non risparmia nessuno!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *