Violenza come proteggersi

La chiave per affrontare un aggressore è quella di evitare di rendersi vulnerabili. Come disse un ispettore di pubblica sicurezza: “L’aggressione è un atto di opportunismo. Questa è la cosa da ricordare”. Quindi se le circostanze vi costringono a essere in un’area insicura, state all’erta. Non date agli aggressori un’opportunità. Agite secondo un principio biblico: “Gli astuti vedono il pericolo e si nascondono, gli inesperti vanno avanti e ci rimettono”. — Proverbi 22:3, Parola del Signore.
Guardate avanti lungo la strada e ogni tanto guardatevi dietro. Guardate davanti a voi prima di entrare in un isolato: prevedete il pericolo. Cercate di non viaggiare da soli quando è buio. Se siete in un luogo di adunanza, aspettate per tornare a casa con un amico. Quando guidate l’automobile, assicuratevi che tutti gli sportelli siano serrati. Se non lo sono, un delinquente può facilmente entrare quando vi fermate a uno stop.
Ma che dire se, nonostante le vostre precauzioni, all’improvviso vi trovate di fronte qualcuno che ha un coltello o una pistola? Ricordate: La vostra vita ha la precedenza. Nessun bene materiale ne può superare il valore. Se il vostro assalitore vuole dunque del denaro, dateglielo. Alcuni che abitano in zone pericolose portano con sé ‘denaro per l’aggressore’, un po’ di denaro nel portafogli o nella borsetta per soddisfare un aggressore.
Ricordate anche di agire con calma. Parlate fermamente e con il vostro normale tono di voce. Guardate la persona negli occhi e cercate di sostenerne lo sguardo. Non rispondete per le rime a insulti o minacce.  Una risposta mite, può allontanare  il furore”. ‘Siate gentili verso tutti’.  Siate pronti a scusarvi anche quando non c’è nulla di cui scusarsi.
Violenza carnale e sicurezza domestica
“Molti stupratori si sorprendono di come sia facile violentare una donna”. “La sua atterrita paralisi è interpretata come mancata protesta, cosa che comunemente diviene per il delinquente una scusa per procedere all’aggressione”. Quindi, non subite passivamente! Mostrate chiaramente che non vi sottometterete. Potete usare qualsiasi mezzo a disposizione per evitare il rapporto. Anche se non siete una forte lottatrice, avete un’arma potente: la vostra voce.
Gridate più forte che potete.  Un’adolescente, trascinata in un angolo appartato di un parco, strillò a squarciagola e resisté. Questo sorprese tanto l’assalitore che fuggì via. Gli strilli possono snervare l’aggressore e possono così darvi l’opportunità di fuggire o di mettere in allarme altri perché vengano in vostro soccorso.
In Gran Bretagna la maggioranza dei casi di stupro avvengono in luoghi chiusi, spesso nella casa della donna che viene assalita. Un crescente numero di queste aggressioni avvengono durante i furti con scasso. Perciò è ragionevole accertarvi che la vostra casa sia il più possibile sicura. A questo riguardo, che cosa si può fare?
Dovreste rafforzare ogni probabile via d’ingresso facendo uso di robusti saliscendi alle finestre e serrature con chiavistelli a scatto alle porte. Tale serratura richiede che facciate uso della chiave per chiudere il chiavistello quando andate via e che inseriate il chiavistello quando siete dentro. In più, può essere saggio mettere alla porta una catena. Ma ricordate, questo sistema è valido solo se il telaio della porta e gli attacchi a cui assicurate la catena sono robusti.
Un’altra saggia precauzione è quella di chiedere a tutti i visitatori chi sono. Chiedete loro di identificarsi e di esibire eventualmente il loro tesserino di riconoscimento.
La violenza non diminuisce. Da tutto il mondo le statistiche rivelano che essa è in aumento. Fare quello che possiamo per proteggere noi stessi e i nostri cari è prudente seguire alcuni consigli:

Cosa si può fare
▪ Prestabilite il vostro itinerario, specialmente se di notte, per evitare le strade non illuminate e le vie deserte. Ricordate, inoltre, che potete correre più in fretta se usate scarpe con i tacchi bassi anziché scarpe con i tacchi alti.
▪ Non accettate mai un passaggio in auto da un estraneo. Non vi fate convincere a uscire dal vostro veicolo con un qualsiasi pretesto. Un’eventuale riparazione può essere fatta meglio da qualcuno che conoscete e in un luogo sicuro, non da un estraneo al lato della strada.
▪ Camminate vicino al bordo del marciapiede, ben scostati dagli edifici dove un potenziale assalitore può essere in agguato nel vano di una porta o in un vicolo.
▪ Se vedete davanti a voi un gruppo di persone sospette, attraversate la strada per evitarle o cambiate direzione. Se siete seguiti, portatevi in mezzo alla strada. Se il pericolo sembra imminente, correte o chiedete aiuto.
▪ Tenete un fischietto d’allarme in mano, non nella borsetta. Spesso il rumore fa allontanare il probabile assalitore.
▪ Evitate di entrare in un ascensore se avvertite che gli occupanti potrebbero essere pericolosi. Quando siete in un ascensore, state accanto al quadro di controllo. Se entra una persona sospetta, è meglio uscire.
▪ Tenete in luoghi separati le carte di credito e gli altri oggetti di valore che portate addosso. In questo modo, anche se vi portano via la borsetta, la vostra perdita non sarà così grande.

Guardatevi dallo “steaming”
In Gran Bretagna, “steaming” è una nuova parola per descrivere l’attività degli adolescenti che si riversano in massa in un negozio, su un autobus o un treno, intimorendo quelli che incontrano. Essi confidano nella forza del numero per minacciare e rubare, a volte con violenza. Abbiate perciò la saggezza di non portare addosso gioielli o altri oggetti di valore che possano essere facilmente visti e strappati via. Portate poco denaro nel portafogli o nella borsetta — tenendo i documenti importanti e le carte di credito altrove — e siate preparati a cederlo. Se date prontamente qualcosa agli “steamers”, forse vi lasceranno andare e passeranno frettolosamente oltre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *