Volo cancellato dalla eruzione? Hai diritto al rimborso

La recente ondata di cancellazioni di voli aerei provocata dalla cenere sprigionatasi dalla eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull ha generato una enorme richiesta di rimborsi.  Ma cosa realmente prevede la Carta dei diritti del passeggero dell’Enac in casi eccezionali come questo?

Ebbene innanzitutto è bene precisare che nel caso di volo cancellato sono previste tre forme non esclusive  di compensazione: l’assistenza a terra, il rimborso del biglietto o la riprotezione su altro volo, la compensazione pecuniaria per il danno subito  come ad esempio nel caso di overbooking.

Ebbene , nel caso di eventi eccezionali o cause di forza maggiore nel quale si inquadra il caso della eruzione vulcanica sia l’assistenza a terra che il rimborso o riprotezione sono dovuti. Dovrete invece rinunciare alla richiesta di compensazione pecuniaria  che è chiaramente non dovuta.

L’assistenza a terra prevede pasti e bevande, adeguata sisitemazione in albergo nel caso di pernottamenti, trasferimenti, due chiamate telefoniche.

Il rimborso prevede la restituzione del prezzo pagato per la parte di biglietto non usufruita o la riprotezione  in data a convenirsi con il viaggiatore a condizioni  comparabili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *