Vulcano Islanda: la nube torna sull’Italia

La nube di cenere del vulcano islandese torna a far preoccupare gli scali aerei di tutta Europa, questa volta soprattutto la Spagna e il Portogallo ma anche sud della Francia e Italia.

La nube sta invadendo il versante occidentale del bacino Mediterraneo e arriverà fino alla Sardegna toccando Piemonte, Liguria e parte della Lombardia. Entra la serata arriverà anche a coprire i cieli di Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Lazio, questo è quello che ha annunciato Vincenzo Ferrara, climatologo che ha fatto una previsione.

Secondo le previsioni dunque, la nube di cenere vulcanica toccherà le Alpi coprendo vasta area del nord Italia scendendo in serata anche al centro. Addirittura nella nottata potrebbe toccare anche la Sicilia. Queste previsioni riguardano la parte bassa della nube, quella che sta al di sotto dei 6.000 metri di altezza che però è quella che crea più problemi agli aerei; la parte alta della nube, quella che va al di sopra dei 6.000 metri, è meno pericolosa ed è arrivata fino in Repubblica Ceca e Polonia.

Intanto in Spagna e Portogallo sono stati chiusi alcuni aeroporti soprattutto quelli delle isole nell’Atlantico che sono più a rischio. In Spagna sono stati chiusi gli scali delle Isole Canarie con 40 voli cancellati e turisti in ritorno da Tenerife, La Palma, La Gomera e Lanzarote sono costretti a rinviare la partenza. Sono stati cancellati anche voli negli aeroporti di Siviglia, Badajoz e Jerez de la Frontera. In Portogallo invece gli scali di Lisbona e Porto sono rimasti aperti mentre gli altri sono stati chiusi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *