Wanda Jackson: la festa non è finita

Wanda Jackson è una cantante americana di musica country e rock’n’roll, che ha sicuramente ispirato un buon numero di grintose moderne cantanti. D’altra parte, la sua voce curiosa, che è ricca di melodia, ma anche di variazioni tonali notevoli, attira di certo l’attenzione.

The party ain’t over” è in pratica la più recente incisione discografica di Wanda Jackson. È un album complessivamente molto vario e che denota una certa ricercatezza e sperimentazione musicale, seppure i generi affrontati siano ben collaudati ormai da parecchio tempo.

Rum And Coca-Cola” è una canzoncina allegra, che mischia una chitarra hawaiana ad un tromba dalla natura jazz. L’atmosfera è molto solare ed offre una gradevolezza complessiva notevole.

Thunder On The Mountain” sembra invece affondare decisamente in atmosfere che sanno di blues e rock’n’roll. Il ritmo è veloce, la voce è spigliata e la ballabilità è assicurata.

Dust On The Bible” è il pezzo che può fare la differenza. Tastiera anni sessanta, diversi strumenti musicali che intrecciano la loro musica e riescono a formare un groviglio sonoro molto piacevole da ascoltare. Quando arriva il ritornello, poi, è un tripudio di emozioni.

Cosa c’è dunque che può fare la differenza fra un buon album e un capolavoro? Forse, la presenza di alcune canzoni meno interessanti e fondamentalmente più ordinarie. Una copertina poco incisiva, che non induce troppa curiosità nel contenuto del cd.

Per il resto, l’ascolto di questo lavoro musicale è sicuramente piacevole.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *