Whatsapp… Che te ne fai dei nostri dati?

Whatsapp è sicuramente tra le applicazioni per l’invio di messaggi più famosa sia in Italia che al mondo.

E questo, si sa quando un azienda, un programma o un applicazione sono in forte espansione e  riescono ad ad avere un successo tanto grande, come per incanto entra nel mirino delle istituzioni. Nel caso di Whatsapp, è il Garante della privacy che, semplicemente, chiede: come utilizzate i dati degli utenti?

Whatsapp, adesso dovrà spiegare quali tipi di dati personali degli utenti vengono raccolti durante dell’iscrizione e durate tutta la durata dell’utilizzo dell’applicazione e soprattutto come vengono utilizzati da Whatsapp.

In particolare ci si chiede se ci siano delle procedure che mettono in sicurezza tali dati soprattutto durante l’utilizzo dei servizi di messaggistica e condivisione file per limitare il rischio di accesso da parte di soggetti diversi dagli interessati e, in particolare, se siano stati previsti sistemi contro chi cerchi di acquisire questi dati in maniera illecita.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *