Wikileaks e la salute di Berlusconi

Non si assopiscono gli echi delle rivelazioni del sito “Wikileaks“, anzi, più si procede nella lettura delle migliaia di file resi pubblici dal sito web più popolare del momento, e più vengono allo scoperto rivelazioni che mettono alla berlina un po’ tutti i principali leader mondiali.

Impietoso il ritratto uscito fuori riguardo al premier Silvio Berlusconi sul piano strettamente politico e non solo, ora si scopre anche la preoccupazione dei funzionari statunitensi circa lo stato di salute del settantaquattrenne premier italiano. Stando infatti alle dichiarazioni presenti in un documento statunitense dell’ottobre 2009, viene fuori un quadro clinico assai preoccupante per il capo di governo nostrano.

“L’amico di lunga data, presidente della Commissione Difesa del Senato, Giampiero Cantoni, il 22 ottobre aveva detto a un addetto politico dell’ambasciata che “siamo tutti preoccupati per la sua salute” notando che Berlusconi è svenuto tre volte in pubblico in tempi recenti e che i suoi test medici sono risultati “un completo disastro.

Cantoni ha detto che le frequenti nottate di Berlusconi e la tendenza per feste scatenate non gli concedono riposo a sufficienza”. Questo il verdetto dei funzionari americani circa lo stato di salute del premier.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *