Wikileaks si sposta in Svizzera e attacca Amazon

Amazon ha di fatto cacciato dai propri server il sito web di Wikileaks. Ora, il sito web si è spostato su un nuovo server in Svizzera e nuovo dominio web con estensione .ch.

Con un comunicato stampa, lo staff di Amazon ha dichiarato di non aver ricevuto nessuna pressione da parte del Governo. Il comunicato parla di violazione delle regole di comportamento da parte di Wikileaks. Tutti i documenti pubblicati da Wikileaks, essendo sfuggiti alla segretezza, sono per definizione appartenenti ad altri. Comunque, sugli atti realizzati da ufficiali governativi degli Stati Uniti non vi è alcun diritto d’autore.

Wikileaks risponde al comunicato stampa dando dei “Codardi” a Amazon, dopo che il portale ha cacciato il tanto discusso sito web dal proprio sistema.

“Il comunicato stampa di Amazon non e’ compatibile con i fatti di pubblico dominio. E’ una cosa da codardi, una bugia”, ha commentato Wikileaks, che stato sfrattato anche da Tableau Software.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *