Win for Life: Antitrust multa la Sisal per 40 mila euro

Noi lo avevamo già fatto presente, ma finalmente qualcuno un po più importante se n’è accorto e ha preso i dovuti provvedimenti.

Nel concorso a premi Win for Life non veniva mai specificato che il premio più alto in palio, ovvero una rendita di 4000 euro per 20 anni, spetta a colui che azzecca i 10 numeri estratti + il numerone soltanto se costui è anche l’unico vincitore.

E cosi l’Antitrust ha provveduto ad elevare una multa di 40.000 euro a Sisal per pratica commerciale scorretta relativa alla pubblicità della lotteria “Win for Life“.

Noi aggiungiamo che comunque 40 mila euro non sono certo una somma tale che possa indurre un qualsiasi operatore del settore dei giochi e delle scommesse a non intraprendere in futuro comportamenti del genere. Ma meglio questo che niente.

In particolare, come già abbiamo accennato, nella pubblicità veniva garantito che, pronosticando i numeri estratti, si sarebbero vinti 4.000 al mese per 20 anni senza però specificare in modo chiaro e preciso che in caso di più vincitori la somma sarebbe stata divisa per il numero dei vincitori stessi.

Come poi è avvenuto in più di una occasione, con il caso limite di una estrazione dove i vincitori sono stati 59 e invece di 4 mila euro al mese si sono dovuti accontentare di un a rendita ventennale di appena 67 euro mensili. La campagna promozionale è stata poi modifica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *