World Water Day: acqua sempre più scarsa

Ieri 22 marzo si è tenuta la giornata mondiale dell’acqua.

World Water Day una giornata per ricordare che milioni di persone che vivono in centri abitati non hanno l’acqua o i servizi igenici di base, per ricordare che a pagare le spese per il nostro spreco sono le popolazioni gia’ martoriate da guerre e fame, per ricordare che la carenza d’acqua fa’ piu’ vittime della droga.

Proprio in questa giornata di sensibilizzazione ad un uso piu’ appropriato dell’acqua, per ricordarci che le risorse idriche sono un bene comune che non bisogna sprecare, l’italia vanta il nefasto primato di ” Nazione Sprecona “, con infrastrutture inadeguate o obsolete o pessimo utilizzo della risorsa idrica.

Mentre al nord, anche se con difficolta’ date da una rete idrica non soddisfacente ed il piu’ delle volte mal controllata, l’acqua arriva pressoche’ ovunque, ma complice una scorretta, se non del tutto inesistente, campagna di sensibilizzazione ad un consumo piu’ responsabile una risorsa assai preziosa viene sprecata da anni.

Al sud la situazione e’ piu’ drastica, la Cofederazione degli agricoltori ha rilevato che il 24% circa dell’acqua erogata si disperde nell’ambiente a causa di reti fatiscenti e lasciate in condizioni pietose.

I sistemi per poter migliorare la nostra disastrosa situazione sono a conoscenza di tutti, ma nessuno fa’ nulla in perfetto stile “italian spaghetti”, ma almeno noi cittadini nel nostro piccolo cerchiamo di non buttare inutilmente un bene prezioso ed indispensabile,un bene che permette la vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *