Yara: secondo il procuratore potrebbe essere viva

La vicenda di Yara Gambirasio, la ragazza tredicenne scomparsa ormai due settimane fa da un paesino in provincia di Bergamo mentre faceva ritorno a casa dalla palestra dove svolgeva attività di danza, sta diventando oramai un caso.

Dopo l’arresto del marocchino, poi rilasciato, accusato di sapere qualcosa sulla scomparsa, da oggi si parte daccapo con le indagini. Ma c’è una speranza data nel corso della conferenza stampa presieduta dal procuratore aggiunto di Bergamo Massimo Meroni.

Secondo il procuratore, la ragazza potrebbe essere ancora viva, o almeno si spera. “Tutti stanno lavorando per restituire questa bambina viva alla famiglia perché non ci sono elementi che evidenzino altro”- ha aggiunto.

Intanto continuano le ricerche e le indagini. Gli inquirenti sono convinti che la chiave della scomparsa sia in qualcuno che conosceva bene Yara e per questo stanno chiedendo informazioni a tutti coloro che frequentavano la palestra dove si allenava la ragazza.

Secondo le ultime notizie, gli inquirenti starebbero indagando anche all’interno della famiglia della ragazzina tredicenne.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *