Zonoscope, ai confini della musica

I Cut Copy sono una band che viene dall’Australia e che suona musica elettronica. “Zonoscope” è il terzo album della loro carriera ed è un qualcosa che merita di essere ascoltato.

Lo è, a mio avviso, per la presenza di un certo grado di sperimentazione, all’interno di quella che è la musica elettronica. Lo avverto bene da diverse sue canzoni.

Need You Now” contiene reminiscenze di musica synth anni ottanta e procede con un ritmo alquanto particolare e coinvolgente. Sembra prettamente un pezzo da discoteca, di quelli di trance progressive. “Take Me Over” è già un’altra cosa. Strizza l’occhio a David Byrne e va in cerca di un rock leggero e solare, riveduto e corretto con qualche elemento di elettronica.

Corner of the Sky” contiene delle sonorità parecchio singolari, capaci di attrarre in maniera notevole e di descrivere delle geometrie musicali accattivanti. La voce è molto scura e ricorda il techno pop dei Depeche Mode. “Sun God” è una traccia infinita, che supera con agilità i 15 minuti. Al suo interno, regna sovrana una ricerca musicale volta ad esplorare in lungo ed in largo il mondo dell’elettronica.

Per il resto, non è tutto oro quel che è luce. Ci sono dei pezzi che, obiettivamente, si dimostrano tutto sommato mediocri o poco sviluppati. Curiosa, invece, la copertina del cd, con questa visuale che sicuramente si fa apprezzare. In definitiva, è comunque un buon lavoro musicale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *